DigitaL Fitnesses

“Il computer più nuovo al mondo, grazie alla sua velocità, non può che peggiorare il più annoso problema nelle relazioni tra esseri umani: quello della comunicazione.
Chi deve comunicare, alla fine, si troverà sempre a confrontarsi con il solito problema: cosa dire e come dirlo…”

Bill Gates

digitalllerCon l’avvento di internet e le potenzialità di interazione offerte dagli smartphones, il fenomeno digitale si sta infiltrando anche nei rapporti interpersonali e nel modo di costruire la relazione:
social networks in testa, ma senza dimenticare emails, agende elettroniche, e sistemi di interfaccia che stanno  “digitalizzando” sempre più la relazione e l’erogazione dei servizi.

In un settore come il fitness in cui buona parte dell’erogazione del servizio dipende dalla relazione e dalla sua stabilità, c’è da chiedersi quali effetti possa avere questo fenomeno sulla gestione di un centro, sulle sue dinamiche e sui suoi risultati.
Pensare di evitare di farsi travolgere da tutti questi bits per rimanere ancorati e fedeli ai sistemi tradizionali sarebbe come rimanere alla lampadina ad incandescenza evitando di considerare il led e le sue possibilità.
Certo, pur sempre di luce si tratta, ma evitare di considerare le possibilità introdotte da un innovazione, in certi contesti si è rilevato fatale, poiché ogni innovazione può contribuire a generare modelli di business che possono arrivare a spostare gli equilibri di mercato e ridisegnare l’economia di settore.

Ma vale la pena digitalizzare e automatizzare tutto il centro fitness?Assistenti virtuali, istruttori su megascreen UHD, commerciali virtuali su pagamenti telematici, social networks, emails automatizzate, sistemi di prossimità, di videosorveglianza a riconoscimento digitale…

Possiamo davvero creare un modello di business che limiti al massimo la componente umana nei contesti di intrattenimento sportivo?Aumentare la digitalizzazione nei servizi, ha come naturale effetto quello di “digitalizzare” la relazione umana: ci sono meno persone adibite all’erogazione del servizio, al controllo e allo sviluppo dei rapporti personali e ci sono più interfacce informatiche, tastiere, monitors e sistemi touch screen…

Questo aspetto ha molteplici aspetti positivi per quel che riguarda i processi amministrativi e commerciali legati alla gestione e archiviazione dei dati, ai processi legati agli impianti tecnici (sistemi di controllo e di automazione), dove i vantaggi legati alla pianificazione, gestione e controllo dei sistemi sono molto potenti.

Diventa più delicato il discorso quando affrontiamo la digitalizzazione del servizio in sé che coinvolge la relazione interpersonale:

LGGFlex2-BigPictureDalle schede di allenamento digitali ai sistemi di assistenza intelligenti con chiavi usb, arriviamo a veri e propri assistenti digitali che permettono di sostituire l’istruttore in sala attrezzi, piuttosto che il personal trainer e l’istruttore di attività di gruppo.
Limitare la relazione interpersonale nell’erogazione dei servizi a vantaggio della sua digitalizzazione, ha una serie di effetti sulla retention, sulle risorse umane, sui costi e tempi di gestione.

A favore della relazione digitale, oltre allo sviluppo esponenziale dei social networks, c’è da sottolineare che il modello di business  dei networks low cost, si sviluppa su una riduzione dei costi che passa attraverso una limitazione del personale dipendente e su una gestione più automatizzata del centro: docce, phon, erogatori di bibite automatici, carte prepagate e assistenti digitali in sala pesi, istruttori virtuali per le attività di gruppo.
Esistono esempi efficaci di mercato sia in club più digitalizzati (MCFIT), che in club più prettamente orientati alla relazione (VIRGIN), per cui il grado di digitalizzazione e automazione del centro va sempre ponderato in base al modello di business e al mercato in cui si intende operare.

All’attuale stato di sviluppo dei sistemi di relazione digitale, l’utilizzo di tali tecnologie nei servizi non può essere sottovalutato,
poiché è pur vero che l’approccio one to one rimane uno dei sistemi più efficaci per costruire una relazione forte, è anche però vero che la sua efficacia in rapporto ai costi diminuisce con l’aumentare del numero di persone con cui interagire.